i Viaggi di Clach

15 anni di vita nomade in 106 nazioni. La guida spirituale dei travel blogger marziani

356 irripetibili foto da Petra

A Petra, dove i cammelli fanno yoga

A Petra, dove i cammelli fanno yoga

E’ davvero stupefacente come la maggior parte dei visitatori a Petra si limiti a una botta e via. Cioè ci passa un giorno, massimo uno e mezzo, e se ne va. Io ne ho passati 4 pieni e non ne ho avuto abbastanza. E ho 356 foto a sostenere la mia tesi

Dopo aver visto Angkor Wat, Macchu Picchu e Pompei, posso dire che pur avendo adorato tutti questi posti, la mia esperienza non arriva a essere memorabile come quella di Petra per un semplice motivo: il tempo che ci ho passato.

Davvero non riesco a capire come la maggior parte venga fin qui  per passarci un giorno o al massimo due, quando a parte i costi (1 giorno costa 50JD o 62,5€, 2 giorni 55JD (69€) e 3, che in realtà sono 4 (nemmeno capisco perché vendano un ticket di 3 giorni con in regalo un quarto e non direttamente uno di 4 giorni, ma tant’è) costa 60Jd o 75€, ovvero un costo giornaliero di meno di 20€ al giorno.

Ancor meno capisco come ci sia così tanta gente che dica che un giorno è sufficiente per vederla tutta. 

Tenete conto che c’è una sovra offerta di alloggi e si trovano stanze a 10€ e che il sito è grande e offre diverse camminate. Poi la bellezza di questa città nella roccia è che il sole del deserto permette giochi di luce per cui ogni posto è diverso in diversi momenti della giornata. Vale la pena vedere tutto il mattino e il pomeriggio.

Insomma per me è una no brainer venire qui per almeno 3 notti eppure il 90 dei visitatori si ferma un notte, massimo due. Mistero.

Ecco il mio itinerario:

1° giorno: Vai diretto al Monastero, per me ancora più impressionante del Tesoro. 3 ore di camminata, al ritorno ci si può fermare a vedere le cose con calma. Io ho sbagliato strada due volte e prima sono andato all’alto posto del sacrificio” prendendo la strada da dietro (sconsigliato) e poi nel mezzo del nulla. 

Le mie fotohttp://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/72157650601717371/

2° giorno: Rifare il sentiero dell’alto posto del sacrificio nel verso giusto e vedere le tombe reali con la luce del pomeriggio.

Le mie fotohttp://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/72157650600322302/

3° giorno: Vista del Tessoro dall’alto e canyon da paura 

Le mie fotohttp://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/72157650618977291/

4° giorno: Camminare fino a Jabael Haroun o il Monte Aronne, dove c’è la tomba del fratello di Aronne, ma in realtà non trovare il sentiero e arrivare alla meravigliosa vista sulla vallata di Sabra

Le mie fotohttp://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/72157648309668884/

Se 356 foto vi sembrano troppe, date un’occhiata a questa selezione:

 

Precedente

Gennaio € report: superati i 90

Successivo

Stuzzichini per la mente

  1. Manuel

    Ma sono io oppure ultimamente ti stai impigrendo con la scrittura e cerchi di ripiegare sulle foto?
    Comunque, pur non avendo visto le immagini, ti sto seguendo in questo giro in medio oriente e mi sembra più bello e facile di quanto non pensassi, non ricordo di averti mi letto così innamorato di qualche posto.

    Tienici aggiornati e lasciati andare alla scrittura

    • grazie, ti dò ragione sul fatto che ho poca voglia di scrivere, anche perché sto lavorando a un nuovo sito, che andrà on line tra 3 giorni (anticipazione!),. Riguardo alle foto adesso viaggio con un convertibile, dove non ho spazio di archiviazione, per cui ho dovuto creare l’account su flickr e le carico tutte le nuove. Petra è bella da visitare per il sito storico, ma sono tutt’altro che innamorato di Wadi Musa, tipica cittadina musulmana -beduina conservatrice, dove fa un freddo inaspettato

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: