Com'è fare il dog sitter?

Com’è fare il dog sitter? Dopo quasi un mese che sto curando tre adorabili cani, queste sono le mie impressioni. Ti possono dare tanto, ma anche chiedere altrettanto. Sono teneri, affettuosi, come dei bambini piccoli. E come loro hanno bisogno di attenzioni continue.

A Buenos Aires li chiamano Paseadores de perros. Gente che per lavoro porta a spasso una decina di cani alla volta e non so come fanno. Io ne sto portando a spasso un paio e le due volte che ho dovuto portarne 3, tipo stamattina, arrivo a fine passeggiata che ho fatto abbastanza contorsioni che la posizione di Garudasana è uno scherzo.

Foto: Buenos Aires free walks

Portare a spasso i cani ogni mattina, una passeggiata di circa 2,5km nei dintorni di casa, è come comincia la mia giornata di House sitter, che è soprattutto un dog sitter. E com’è fare il dog sitter?

In realtà i cani cercano di aprire la porta della mia stanza dalle 6 del mattino, nonostante possano uscire tranquillamente da casa al giardino enorme di casa liberamente.

E oltre a prendermi cura dei cani, dò da mangiare a 3 galline, un centinaio di pesci rossi e mi prendo cura di 3 piscine e altre cose di casa, ma sto andando fuori tema.

Torniamo ai 3 simpaticissimi cani, che vi mi tengono occupato giorno e notte e che vi presento uno per uno.

Marty, il cane grande

Non chiedermi che razza è, perchè non me lo ricordo. Comunque è un cane super affidabile. Educato. E’ il più anziano dei 3, e non socializza molto con gli altri due. Gli piace essere accarezzato sotto il collo ed esprime il suo apprezzamento ansimando in modo buffo.

Marty sa quello che vuole, sa come chiederlo, e a parte quando mangio, momenti in cui mi fissa con espressione supplichevole mettendomi in difficoltà, non dà mai problemi e dà tante soddisfazioni.

Tiko, cane medio

Credo sia uno Yorkshire Terrier. Mi segue ovunque, ma non si lascia coccolare molto. Ha uno sguardo molto intelligente ed è normalmente molto riflessivo, salvo quando si eccita improvvisamente.

Tiko ha un modo di fare un po’ enigmatico. A volte fatico a capire quello che vuole. Certe volte mi studia con espressione impenetrabile. Ogni tanto dorme mogio in posizione a U, con la testa piegata verso le gambe. Però è quello che fa le feste a tutti.

Suki, la cagnolina

Suki è la piccolina. Stessa razza di Tiko, del quale è nipotina. Ciò non impedisce a Tiko di montarsela immancabilmente all’ora di cena.

Suki non ama camminare, tanto che in 25 giorni è uscita solo due volte dalla villa. In compenso è quella che abbaia più forte. Mangia anche poco, e ha il vizio di lasciare la sua scodella per girare la casa e vedere cosa mangiano gli altri.

Suki cerca spesso di leccarmi la faccia. Un’altra cosa divertente che fa è raschiare con le zampette. Anche se il gesto diventa auto lesionistico quando c’è un temporale e va in panico.

Suki e Tiko si spaventano facilmente. Ieri sera c’erano i botti per la festa di San Juan e si sono rintanati in casa. Anche quando camminano in strada o sentono rumori improvvisi o non si accorgono che li sto accarezzando, fanno scatti repentini

Com’è fare il dog sitter?

VID_20180611_095114

I cani sono molto affettuosi. Sono fortunato perchè i 3 che sto custodendo non sono minacciosi. I due piccolini però sono proprio come dei bambini piccoli. Appena li lasci soli si innervosiscono, ma quando sono con te passano la maggior parte del tempo dormendo.

Quando poi mi ritiro in camera dopo pranzo per una mezzoretta, iniziano a saltare e cercare di aprire la porta.

(Ho provato la seconda notte a tenerli dentro, ma i piccolini, a parte che puzzano un po’, si sono messi uno su un fianco e uno sull’altro e a quel punto non potevo più girarmi nel letto. Così ho imparato che devi definire uno spazio personale, perchè altrimenti non ti lasciano respirare un secondo)

Adesso hanno iniziato anche a elemosinare cibo mentre mangio. E non perchè hanno fame, visto che negli ultimi giorni, complice il caldo, lasciano quello della loro scodella.

Ma si sa come sono i bambini: anche se non hanno fame, ti vedono mangiare e vogliono il loro capriccio. Ed è difficile dire di no ai bambini, tanto quanto ai cani che ti fanno gli occhi dolci!

In generale, sono dentro una villa lussuosa con piscina, orticello e alberi da frutto, ma le giornate sono lunghe. Ho a disposizione una macchina e una bici elettrica, ma esco solo per andare a fare la spesa o le commissioni, sempre col pensiero dei cani, che da soli si agitano.

Sono comunque in una zona di campagna dove non conosco nessuno. E’ arrivata l’estate e di giorno fa caldo. Insomma anche potessi uscire più tranquillamente, non ci sarebbe molto da fare.

Faccio esperimenti con il Bimby Thermomix, sto provando disperatamente a trovare qualche Gig su Upwork, ma finora è stata più dura del previsto. Comunque quando tornerà il padrone di casa sarà molto più facile.