Rota Vicentina, via dei pescatori tra Porto Covo e Vila Nova de Milfontes

Rota Vicentina, via dei pescatori tra Porto Covo e Vila Nova de Milfontes

Il sentiero dei pescatori, la parte costiera della Rota Vicentina, è considerato uno dei cammini più belli del mondo. Clach la ha percorsa per te ai primi di ottobre in condizioni inusuali di caldo e assenza di vento. E’ stato molto più duro del previsto, ma ne è valsa la pena.

Avevo già percorso le ultime due tappe della rota Vicentina, quelle che partono da Vila do Bispo e arrivano al maestoso Cabo di San Vicente, la punta Sud Occidentale d’Europa. Questa volta ho percorso le quattro tappe chiamate Il sentiero dei Pescatori, 120km sulla Costa, più il circuito della Praia di Amoreira partendo da Aljezur sul cammino storico.

Il sito ufficiale della Rota Vicentina ha tutte le informazioni necessarie per programmare le camminate. Per chi vuole una guida del Portogallo più generica, altrove ho recensito le migliori guide di Viaggio in Portogallo, a cui si può aggiungere la specifica  Alentejo (Bradt Travel Guides).
C’è un percorso di collegamento tra il cammino storico (che comincia a Santiago de Cacem) e il sentiero dei pescatori.  Sono 25km da Cercal do Alentejo a Porto Covo, molto belli secondo il sito ufficiale, dove poter ammirare 150 specie di piante diverse!

IMG_20171008_160755

Io volevo cominciare la mia camminata da questa tappa. Ma tra l’orario del bus che è cambiato senza preavviso e che mi ha lasciato sotto il sole per un’ora nel mezzo del niente a Funcheira, il caldo esagerato e il fatto che la prima auto che mi ha dato un passaggio era diretta a Vila Nova de Milfontes, ho preferito cambiare i piani in corsa.

Le tappe della Via Vicentina

Porto Covo – Vila Nova de Milfontes

Questa che per molti sarà la prima, è anche la tappa più difficile del sentiero dei pescatori. Sono 20 km, quasi esclusivamente su sabbia molle. La ho percorsa da Sud a Nord, partendo poco dopo le 14, senza bagaglio, e ci ho messo più di 5 ore, praticamente senza fare pause, foto escluse.

Porto Covo al tramonto

Porto Covo al tramonto

Le mie foto da Porto Covo a Vila Nova de Milfontes

Vila Nova de Milfontes- Almograve

La tappa più breve, solo 15km. La parte più bella è l’uscita da Vila Nova, girando intorno al fiume Mira, quindi che non ti venga in mente di prendere la barca per attraversare il fiume! Purtroppo si vede poco mare dopo, perchè il sentiero va in mezzo ai campi, che pur vicinissimo alla costa, hanno la vista ostruita da boschi di acacie.

IMG_20171007_101242

Le mie foto da Vila Nova de Milfontes ad Almograve

Almograve – Zambujera do Mar 

Trucchetto: siccome la tappa precedente è breve, ti conviene fare il giro attorno al fiume ad Almograve nel pomeriggio senza zaino, e il giorno dopo scendere in spiaggia per la strada e tagliare così almeno 1km.

A metà cammino c’è il paese di Cavalheiro e poco dopo il Cabo Sardao, famoso per i nidi di cicogne, che però a Ottobre non c’erano.

IMG_20171008_124238

Le mie foto da Almograve a Zambujera do Mar

Zambujera do Mar – Odeceixe

Se devi scegliere solo una tappa da percorrere, questa probabilmente sarebbe la più indicata. Bellezza e varietà sono incredibili, anche quando il tempo si è guastato. Le nuvole hanno dato un tocco di misticità al tutto.

Nella bellissima e lunghissima Playa Amalia (in onore di Amalia Rodrigues), mi sono ahimè imbattutto in un delfino spiaggiato.

IMG_20171009_120218

Splendida la spiaggia di Odeceixe. Da lì al paese sono 4km lungo la strada parallela al fiume che si possono anche saltare.

VID_20171009_162132

Le mie foto da Zambujera do Mar ad Odeceixe

Odeceixe-Aljezur 

C’è un percorso circolare di 9km che parte da Odeceixe e ti riporta in spiaggia. dall’altro lato del fiume Seixe rispetto al giorno prima. A metà strada si può decidere di proseguire sul cammino storico in direzione Aljezur o tornare in paese.

Dopo Rogil c’è un’altra deviazione con altro anello di 5km che porta alla Praia da Amoreira, che a detta del vate clach, è la miglior spiaggia di tutta la Costa Vicentina. In realtà se la gioca con Odeceixe.

Tutte le foto da Odeceixe ad Aljezur

Dove dormire sulla Rota Vicentina

Non è possibile fare campeggio selvaggio anche se qualcuno di prova. Ci sono alcuni campeggi a pagamento (quasi in ogni tappa), ma la notte è umida e fa freddo. Inoltre, tra Settembre e Giugno i campeggi rimangono aperti, ma la Piscina e spesso i negozi e ristoranti interni sono chiusi.

Morale: meglio partire più leggeri e dormire in ostello se si è da soli, o in camere doppie per chi è in compagnia, che spesso costano quanto due letti in ostello.

Per chi ha più soldi da spendere esistono case rurali e alloggiamenti locali. Ma classici alberghi praticamente inesistenti.

Da Giugno a Settembre è consigliata la prenotazione perché l’offerta è limitata.

Io ho dormito in questi posti nell’Ottobre 2017:
Vila Nova de Milfontes: Lost in Milfontes, 15€ (scontati dai 20€ ufficiali, perchè chi mi ha dato il passaggio in auto era amico del proprietario.
Almograve: Pousada da Joventude, 11€ con colazione
Zambujera do Mar: Hakuna Matata, 17€
Odeceixe; Odeceixe Hostel, 13€ con colazione.
Aljezur: Amazigh Hostel, 15€

Per cercare alloggi, al solito:



Booking.com

Dove Mangiare sulla Rota-Vicentina

In generale il rapporto qualità prezzo dei Ristoranti sulla Costa Alentejana è il peggiore del Portogallo. Stiamo comunque parlando di prezzi che rapportati all’Italia e alla maggior parte d’Europa sono a buonissimo mercato.

Per esempio 8-10€ per il piatto del giorno. Però quando lo stesso piatto nell’Algarve te ne costa 6€ e nel Nord del Portogallo con 6€ hai un menù completo..

Detto questo, ci sono un paio di spettacolari eccezioni.

A Porto Covo alle 19 non ho trovato nulla aperto, ma 4km prima, di fronte all’Ilha do Pessegueiro c’è un grande ristorante sulla spiaggia che era pieno di gente.

A Vila Nova de Milfontes: Tutti vanno al Patio Alentejano. Avrei dovuto aspettare un’ora. Ho provato quindi Mar e Sol, senza infamia nè lode. Per un caffè o colazione raccomando la Pastelaria A Colmeia, vicino al Faro.

Ad Almograve il Cafè Ristorante Sabores e Mar nella piazza Centrale è la migliore opzione.

azenha do mar

Azenha do mar

Tra Almograve e Zambujera, al km 9,5 c’è il paesino di Cavalheiro, dove il Ristorante Rocamar offriva un piatto di Picanha a 3,5€! Io ci sono arrivato troppo presto per pranzare, ma ho sentito gente entusiasta.

A Zambujera do Mar ci sono diversi ristoranti, ma i prezzi sono turistici. Il più popolare quando sono stato era O’ Martinho, quanto meno per la vista sul tramonto in spiaggia.

Se devi scegliere un solo posto dove mangiare a più non posso, tra Zambujera e Odeceixe c’è il miglior ristorante della Costa, per qualità prezzo. Si chiama A Azeha do Mar, nel paese omonimo, giusto a metà tappa. Non accettano prenotazioni e lunedì alle 12.30 ho aspettato un’ora. Ma ne è valsa assolutamente la pena!

Consigli sulla Rota Vicentina

  1. Ci sono almeno tre ottimi motivi per andare da Nord a Sud e non viceversa come fanno inspiegabilmente molti. Ti tieni il più bello alla fine, cominci con la tappa più dura e hai più probabilità di avere il vento alle spalle e non in faccia.
  2. Data la durezza della prima tappa, è meglio se ti fermi la notte prima a Porto Covo o al massimo Sines e non cercare di cominciare a camminare a metà giornata. (Come ho fatto io).
  3. Sulla sabbia è tutto molto più duro. Quando ho letto sul sito ufficiale 7 ore di percorrrenza per fare i 20km da Porto Covo a Vila Nova, mi sono sembrati esagerati. In genere batto sempre i tempi stimati, ma stavolta ci stavo dentro a malapena. (Anche perchè portavo oltre 3kg tra tenda e sacco a pelo che non ho mai usato, ma questa è un’altra storia).
  4. Ci sono pochi posti di approviggionamento, per cui portati sempre tanta acqua. Almeno 2 litri. Meglio anche avere qualcosa da mangiare.
  5. Assolutamente NO scarponi! Con tutta questa sabbia le scarpe devono essere il più leggere possibile e aperte. In certe parti si può andare addirittura a piedi nudi o con le VIBRAM Five Fingers. Altrimenti sandali da arrampicata tipo i Keen Newport H2 o i TevaTerra.
  6. Se ti perdi, non contare su app tipo Google Maps, perchè i percorsi non sono segnalati! L’unica è scaricare la traccia Gps in anticipo. Anche il segnale del cellulare non ci sarà sempre. Comunque perdersi è quasi impossibile, basta seguire la costa!
  7. Se devi fare un giorno di pausa, fallo ad Aljezur. Il sentiero dei pescatori è davvero bello, ma è anche molto stancante. Prenditela comoda!