Blogroll

Santa Lucia, non è roba mia

Santa LuciaSanta Lucia, isola caraibica di Barlovento al sud di Martinica e al nord di San Vincent, deve il suo nome a Santa Lucia di Siracusa. I nomi delle località però sono in francese, anche se qui si parla inglese. La valuta locale è il dollaro dei Caraibi dell’est, sulle cui banconote è raffigurata la regina d’Inghilterra. Benvenuti nel Caribe creolo!

Purtroppo è stata una pessima giornata, meteorologicamente parlando. Sulla capitale Castries ha piovuto a intermittenza tutto il giorno. Aggiungi che anche il mio livello di energia era molto basso, dopo le sfacchinate di Sint Marteen e soprattutto Antigua, e alla fine ho deciso di non avventurarmi fuori dalla città.

Castries non mi è piaciuta. Ho trovato la gente un po’ troppo aggressiva nell’offrirmi taxi o ganja. E tendenzialmente un po’ scazzata quando chiedevi informazioni in strada o nei negozi. Non ho visto povertà estrema, ma diversi parassiti fancazzisti, che non avevo notato ad Antigua. Inoltre mi ha ricordato Victoria, la capitale delle Seychelles. Uno dei posti peggiori in cui sono mai stato, a dispetto della sua reputazione.

Detto questo, it was ugly, but at least it was real.

E’ brutta, ma almeno ho avuto un’esperienza reale e non turistica patinata. Che la misura di questa immersione in un modo di viaggiare così opposto ai miei gusti è ormai colma.

E poi non è stato tutto da buttare. Ho trovato un paio di bar hole-in-the-wall interessanti, anche se non ho trovato un posto che mi ispirasse dove mangiare un piatto di cucina creola. Ho visto una Chiesa con dei murales differenti, ho colto dei fiori colorati e profumatissimi. E ho comprato un cappello e degli occhiali da sole super cool per poco più di 10€. Che con i prezzi caraibici è quasi un affare.

bellezze caraibiche

Cosa fare a Santa Lucia

Il gruppo nomade digitale è andato in massa a Pigeon Bay per 3 ore. Apparentemente hanno avuto cielo limpido, almeno per un po’. E goduto di una bella vista dal promontorio. Ma chi ha pagato i 7$ per entrare nel parco nazionale è rimasto deluso.

Ci sarebbe il vulcano sulfureo dove fare i bagni di fango. Secondo il programma di escursioni di Pullmantur in Soufriere:

 “destacan los impresionante pitones, lugares declarado patrimonio mundial de la UNESCO. (…) El magnifico Diamond Botanical Gardens, con su banos minerales calientes y una pintoresca cascada. (..) la famosa bahia de Marigot, una bahia llena de historia y escenario de muchas producciones cinematograficas. (Almuerzo incluido

(scritto in grassetto nella brochure) (e te credo, con 83€ che si fanno pagare per l’escursione. Ci mancherebbe non ci fosse nemmeno il pranzo).

chiesa santi neri murales

31 foto da Santa Lucia, l’isola dei Caraibi più

Categories: Blogroll, Places

One thought on “Santa Lucia, non è roba mia

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.