Blogroll

Maggio 2019: Posti Turchi
isola di Cunda

Isola di Cunda, Ayvalik, un pezzo di Grecia in Turchia

Da Antalya a Sofia, passando per Olympos, Kas, Oludeniz, Fethiye, Dalyan, Marmaris, Bodrum, Izmir, Ayvalik, Canakkale, a fare recensioni, per finire in Bulgaria ad Haskovo, Plovdiv e Sofia.

E  poi la spola Arese – Milano. Cose turche, posti turchi.

Saluti da Arese, Brianza che sembra Svizzera, circondata dal verde, l’ordine e la pulizia, anche se la sede centrale dell’Alfa Romeo era solo a meno di 2km da casa e adesso c’è qui la Galleria Commerciale più grande d’Europa.

Dove sono stato

Questo mese inauguro anche Polar steps, un nuovo tracker di viaggi, conosciuto grazie a una coppia francese ad Ayvalik, ospiti del mio stesso host.

https://www.polarsteps.com/BellaVita/1778742-turchia?s=67457859-9d7f-4c8c-89ca-78d3866c7d9c

1-2/5 Olympos, Turchia
3/5 Kas, Oludeniz, Turchia
3-5/5 Oludeniz, Turchia
6/5 Fethiye, Turchia
7-8/5 Dalyan, Turchia
9-10/5 Marmaris, Turchia
11-12/5 Bodrum, Turchia

Gatti a Bodrum

13-15/5 Izmir, Turchia
16-18/5 Ayvalik, Turchia
19/5 Ayvalik-Canakkale (Turchia)-Haskovo (Bulgaria)
20/5 Plovdiv (Bulgaria)

Plodviv, Bulgaria, capitale Europea della cultura 2019

21/5 Sofia (Bulgaria)
22 Sofia-Milano
22-31 Arese/Milano

Highlights e lowlights

In tanti anni di nomadismo, questo è stato il primo mese in cui ho viaggiato quasi interamente per lavoro. In altre parole sono stato in posti in cui dovevo lavorare. Sicuramente uno dei lavori più belli del mondo: fare recensioni e foto di alloggi, ristoranti, bar e attrazioni varie.

Bello, pagato una miseria, ma comunque stancante.

Per fortuna la Turchia in qesto momento è davvero un affare con la Lira Turca così debole e le mie Trip guide di Izmir, Marmaris e Dalyan, Fethiye, Oludeniz, Bodrum Budrum e Antalya hanno quasi interamente pagato il viaggio.

Peccato che chiudono il progetto, a quanto pare.

Tornato in Italia sono stato impegnato col trasloco di mio padre, e ho avuto poco tempo per studiare informatica, che sarà la mia priorità per l’estate.

Gratitudine in Turchia

Quanto a ospitalità e gentilezza delle persone, la Turchia è uno dei miei paesi preferiti. E’ il Paese in cui couchsurfing mi ha regalato più soddisfazioni. Dove non mancano mai persone di ogni tipo che vogliono passare tempo con te.

Quindi una citazione è doverosa per Elif che mi ha ospitato ad Antalya, Hasimbenli che ho conosciuto ad Olympos. Il padrone dell’ostello di Oludeniz che mi ha offerto un upgrade.

Caner, mio host di Marmaris, mi ha portato in una di quelle taverne che solo non ci vai

Ayfer e Nihat che mi hanno ospitato nella loro lussuosa villa a Dalyan. Caner che mi ha ospitato Marmaris, Yunus con cui ho festeggiato il suo compleanno a Bodrum. Gizem e Aysel che ho incontrato ad Izmir, e Seda ad Ayvalik.

Ma anche a Ugur e tutti gli altri (e sono davvero tanti) che mi hanno invitato  e cui mio malgrado ho dovuto dire no.

Vente Pa’Ca

Questo è uno di quesi mesi in cui ho fatto fatica a lasciare fuori dei posti. Tutta la costa della Turchia che ho visitato è splendida. Mentre a dire il vero, la parte che ho visto della Bulgaria è un po’ triste.

Il Monte Chimera con le sue fiamme eterne, la Blue Lagoon di Oludeniz, la spiaggia di Iztuzu, l’isola di Cunda e Kayakoy meritano almeno una citazione, ma le mie scelte vanno per il posto, l’alloggio e il ristorante/caffè preferiti.

FethiyeCon Fethiye è stato amore a prima vista. Ed ho capito subito perchè la mia prima host di Istanbul lo aveva eletto a suo posto preferito. Un posto turistico, ma ancora autentico. Grande abbastanza per offrire tutti i servizi, circondato da mare, montagne, storia. Indubbiamente un posto da viverci e venirci in vacanza.

Lo stesso vale per Alsancak, il quartiere più bello di Izmir.

Duru Butik Otel, Bodrum: Anche se il posto più lussuoso in cui ho dormito in questo mese è Villa Hadigari, grazie all’invito dell’amabile coppia di Couch Surfing, questo piccolo Hotel nel centro di Bodrum è davvero in gioiello, che almeno in bassa stagione, ha un rapporto prezzo fantastico.

Duru Butik Hotel, Bodrum, poco più di 10€ a notte per stanza con bagno e colazione

Yemen Kahvesi, Antalya: Ma come, con tutti i posti unici in cui sono stato, metto un franchising di caffè simil Starbucks.  Si, perchè nonostante non sono un fan del Caffè turco (e il tè mi fa schifo), questo posto visitato il primo giorno di viaggio, oltre a portare le tradizioni di un paese che al momento non è visitabile, ha un po’ settato il tono per tutto il viaggio, con servizio impeccabile, costi minimi e qualità di cibo e bevande.

Entrate e Uscite

A maggio ho speso 618€, di cui quasi 200€ (il 32% in mangiare, 145€ o il 23,5% per dormire e 135€ per viaggiare.

Le entrate sono state pari a 441€ (che portano il totale annuale a 1.1.35€). Il saldo mensile è in rosso di 176€. Quello annuale già di 2.826€.

L’anno scorso i conti cominciarono ad andare in verde a maggio, ma quest’anno non se ne parla prima di settembre.

E adesso?

Doveva essere l’ultimo viaggio per un po’, e invece no. Ancora una settimana di sbattimenti per il trasloco, e poi dal 9 al 25 giugno girerò tra Polonia (volo su Katowice, bus diretto a Cracovia, 1 notte e poi ancora un paio a Lublino), Ucraina (Lviv e dintorni per circa una settimana) e soprattutto Bielorussia (Brest e dintorni per 5 giorni).

Categories: Blogroll, diary, Photo, Places

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.