Blogroll

Settembre 2017: Lituania, Polonia, Andalusia
Settembre 2017 Castilblanco de los Arroyos

Albergue di Castilblanco de los Arroyos

Saluti da Vila Real de Santo Antonio. Appena tornato nella base portoghese, dopo un mese passato tra Milano, Nord Europa (Lituania e Polonia) e Sud della Spagna. 

Il tentativo di indipendenza della Catalunya. Gli uragani sui Caraibi. Trump che litiga con tutti. Ryanair che cancella i voli. Tutte notiziole buone per riempire i muri Facebook di chi non sa usare il Web 3.0. Quando l’unica cosa che vale la pena sapere è dove ha viaggiato clach.

Il Settembre 2017 è stato un mese quasi ideale: ho viaggiato quel che basta, ho passato del tempo in famiglia, ho fatto volontariato, ho imparato molto, speso poco e guadagnato quasi quanto quello che ho speso.

Dove sono stato

1-4 Settembre: Milano

Tra l’altro il 3 Settembre è il giorno più importante dell’anno. Ok, subito una foto della Ginger, che ieri è stata sterilizzata:

IMG_20170810_134625

Clicca qui se vuoi vedere altre foto da Milano.

5 Milano-Vilnius (Lituania)

6-7 Vilnius

Il tempo non è stato dei migliori nei tre giorni che ho passato a Vilnius, ma è sempre una gradevole città. E a Uzupis potevi anche accarezzare questo gatto per soli 10 centesimi!

IMG_20170907_133456

Ho fatto 159 foto a Vilnius

8 Vilnius – Kaunas – Bialystok (Polonia)

IMG_20170908_192259

Solo un giorno, ma denso, a Bialystok, dove ho fatto 24 foto.

9 Bialystock – Varsavia

10 Varsavia

IMG_20170910_164115

Si, sembrano le stesse case sullo sfondo di Bialystock viste da un’altra angolazione, ma questa è Varsavia. Se non ci credi, guarda tutte le mie 164 foto da Varsavia.

11 Varsavia-Milano

12 Milano – Sevilla

IMG_20170912_201610

Una notte sola, dedicata al tapeo, nella siempre querida y caliente Sevilla.

Foto da Siviglia

13-29 Castilblanco de los Arroyos (Spagna)

IMG_20170913_171013

Ho passato più di metà mese in questo bel paese andaluso a 30km a Nord di Sevilla, dove ho fatto l’Hospitalero sul cammino di Santiago. E nel tempo libero un paio di passeggiate, come all’Ermita di San Benito.

Foto da Castilblanco de los Arroyos e dintorni.

30 Castilblanco – Vila Real de Santo Antonio

Highlights.. 

Un’altra esperienza tutto sommato positiva come hospitalero sul cammino di Santiago. Rispetto a Vairao ho interagito molto meno con i pellegrini. Un po’ perché eravamo in due e il mio colega Victor era molto esuberante. Un po’ perchè è passata gente mediamente più anziana e meno interessante. E  un po’ perché il mio interesse era assorbito dai libri che ho letto.

Comunque la prossima estate, se ci saranno le condizioni, ripeterò volentieri.

Per Trip.com ho scritto ben 3 guide: Vilnius for foodiesWhat I saw in Warsaw e Tapear a Sevilla.

Dicevo, ho letto e studiato molto. Continuo a procrastinare e cazzeggiare il triplo di quello che vorrei, ma col passare dei giorni sono andato migliorando. E soprattutto mi sono appassionato a quello che sto facendo, come non mi succedeva da parecchio tempo.

Ho completato un corso di introduzione a R e uno a Python,  linguaggi di programmazione. Ho finito di leggere Tools of Titans e un altro libro molto interessante, Da Demoni a Dei, di Yuval Harari.

& Lowlights

Il giorno peggiore a Varsavia, quando un nazista controllore di bus mi ha multato perchè il mio biglietto era scaduto da ben 2′! Non è stato tanto la multa, ma il trattamento criminale e intimidatorio che ho ricevuto, con la cosa che è finita solo al commissariato di Polizia. E i poliziotti un po’ stupiti, che mentre gli mostravo i biglietti usati nei miei tre giorni a Varsavia, mi assicuravano che non ero tenuto a pagare immediatamente come pretendeva minacciosamente il controllore, e che avrei potuto appellare la multa.

Ho scritto una mail di contestazione alla società dei trasporti di Varsavia, che poi non ho mai inviato, perchè dopo qualche giorno di riflessione ho deciso semplicemente di fregarmene. E ho perdonato, un po’ a fatica a dire il vero, il controllore frustrato, che tecnicamente aveva anche ragione.

bici VArsavia

Si, ho preso anche la bici. Ma il sistema è diciamo..perfettibile e mi ha lasciato senza credito

Solo a Varsavia vendono biglietti validi 20′, che costano 20 centesimi meno di quelli da 75′. Ma con un minimo di buon senso, con il fatto che stavo per scendere alla fermata seguente, (quella della stazione dei treni), che sapeva benissimo che non erano i 20 centesimi in più che volevo risparmiare, ma semplicemente il non essere avvezzo al sistema, testimoniata dai biglietti dei giorni precedenti che casualmente avevo ancora in tasca, non valevano certo la lotta personale che mi ha fatto, nemmeno avesse preso una commissione sulla multa.

In ogni caso è da stupidi, e sospetto anche da razzisti, accanirsi con un turista di passaggio non avvezzo a un sistema strano, invece che con i residenti che non pagano. In ogni caso non pagherò la multa e la storia non merita che gli dedichi altre energie.

In genere, per quanto odio generalizzare, devo dire che statisticamente poche persone mi mettono a disagio come i polacchi. I più incivili tra i pellegrini che ho accolto sul cammino di Santiago. Un popolo sfigato, vaso di coccio tra due vasi di ferro, che mi sembra abbiano preso il peggio da russi e tedeschi: sciovinisti e alcolizzati come i primi e ottusi come i secondi, ma senza la loro razionalità.

I polacchi sono un po’ lacche. I polacchi sono un po’ stronzi.

Gratitudine a Castilblanco

Grazie a Dovilè e Joanna che mi hanno ospitato a Vilnius e Varsavia. A Mariangeles e Victor, compagni ospitaleri. A tutti i pellegrini che sono passati e le persone e i ragazzi disabili del centro con cui l’Albergue condivide i muri.

IMG_20170922_100728

Vente Pa’Ca

Uzupis, Vilnius Anche se onestamente la ho trovata meno magica rispetto alla prima visita, Uzupis è un posto che va visto e vissuto.

Babka, Bialystock. Su questo Ristorante di specialità della Podlachia e regioni limitrofe ci ho scritto un post intero.

Lizarran Taberna, Sevilla, Difficile scegliere tra i tanti Bar e Ristoranti di Sevilla dove Tapear. Ma finchè ci sarà l’offerta del martedì con pincho+cana a 1€, qui non sbaglierai mai.

Entrate e Uscite

spese clach settembre 2017

Finalmente passiamo alle cose formali.

Entrate: +296€  (A Settembre 2016 il totale entrate era stato di 21€, quindi quest’anno 275€ in più. Per il 2017 siamo a +2.031€,  media 225€ al mese, contro i 631€ del 2016, ovvero 1.400€ totali in più dell’anno scorso).

Uscite: –375€ (di cui 151€ in viaggi, 127€ per mangiare e solo 19€ per dormire. Anche questo mese non ho pagato la rata inpgi2), che portano il totale annuale a 6.030€ (670€ al mese di media). (avevo sbagliato dei conti il mese scorso e il totale annuale risultava più basso)

(A Settembre 2016 il totale spese fu 526€ per il mese e 5.830€ per l’anno, quindi ho speso in meno 150€  per il mese, ma nel saldo comparativo annuale ho speso 199€  in più in totale nel 2017).

Saldo Settembre 2017: -80€ (contro i –505€ di Settembre 2016, ho fatto +425€ meglio. Il saldo annuale è -3.998, media mensile di 444€ contro i 5.197€ di Settembre 2016, quindi +1.201€). 

The Challenge

Da questo mese lancerò una sfida a me stesso e a chiunque vorrà partecipare. Per il mese di Ottobre la mia sfida personale è questa. Produrre una presentazione di 10-15′ immaginandomi di essere invitato a una Ted Talk in cui devo parlare di vita nomade.

Vuoi unirti alla challenge? (Che non è preparare una presentazione sulla vita nomade, ma una presentazione su qualcosa che ti contraddistingue) …

Lo sapevo che non nè avevi il coraggio!

E adesso? 

Ad Ottobre rimarrò di base a VRSA, ma per quanto riguarda i viaggi non so bene ancora cosa farò.  Ho programmato di camminare per un qualche giorno la Rota Vicentina, ma non so come e quando lo farò. Il focus principale per  il mese prossimo, e possibilmente per tutto l’inverno, sarà sullo studio.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.