La mia vita nomade

La mia vita nomade: questa è la storia di vacca vittoria. Di come ho iniziato una vita nomade, prima che esistessero i nomadi digitali. E di come continua 12 anni e 99 nazioni dopo.

E di come uno si ritrova a dover imparare a riscrivere da capo, facendo tabula rasa di venti anni di conoscenze, solo per fare felice Yoast SEO.

Che poi sarà sensato dare così tanta confidenza a qualcuno che si conosce a mala pena? E questo Flesch reading ease, sarà un test attendibile in italiano? Io ho molti dubbi, e poi una volta essere ermetici era un merito, oggi invece ti abbassa il ranking. E dove è finita la sperimentazione con le parole, oltre che con gli stili di vita alternativi? Comunque l’ho portato da 11 a 20, ma di più, mi si chiede troppo, almeno per ora!

Come, per esempio, quella del nomade digitale. E il mio primo semaforo verde di questa mia vita nomade.

La mia vita nomade – Anno per anno

La mia vita nomade

1) Nato per viaggiare
2) A 17 anni da solo in giro per l’Europa

3) Vacanze inglesi

4) Fino a Capo Nord

5) Magico 2000: vivere a Londra e Olimpiadi di Sydney

6) Dicembre 2003: l’inizio della mia vita nomade

7) 2014: Vivere a Torino, Siria, Spagna e Olimpiadi di Atene

8)
2005: Argentina, Thailandia, Malesia, Indonesia

9) 2006: Sport events, isole italiane, Bolivia, Perù, Brasile

10) 2007: Thai massage, Cina, Cambogia, Laos, Vietnam, Pipa

11) 2008: yoga in India e Thai, Italia a piedi, Europa in bici

12) 2009: Thailandia, America Centrale, Spagna
13) 2010: S. Pedro Alcantara, Fuerteventura, Nicaragua
14) 2011: Nicaragua, Panama, 8 mesi a Cali (Colombia)
15) 2012: Caraibi, Giappone, SE Asia, Sri Lanka, India
16) 2013: Nord-Est Europa, Seychelles, Australia
17) 2014: Fiji, Nuova Zelanda, SE Asia, Germania
18) 2015: Medio Oriente, Caucaso, Canarie, Algarve
19) 2016: Portogallo, Santiago, Nomad Cruise

Rispondi