arte

Armenia, per non dimenticare
Yerevan, be Armenian, be alive

Yerevan, be Armenian, be alive

Eccomi qui a Yerevan dopo un lungo viaggio notturno in treno. Yerevan, città inaspettatamente piacevole, con i suoi maestosi edifici sovietici, i tanti parchi e tutte le donne sui tacchi alti.

Tra due giorni ci sarà il centenario del genocidio degli armeni da parte dei turchi, ma ne parlerò in seguito. Questo è un rapido aggiornamento per segnalare le foto fatte a Gori, città natale di Stalin dove c’è un interessante museo a lui dedicato. Certo parlassi il russo sarebbe stato più interessante, comunque alla fine non mi sono pentito di aver affrontato un viaggio scomodo tra pioggia e freddo.

museo stalin a gori

Museo di Stalin a Gori

32 foto da Gori e il Museo di Stalin

Ho più rammarichi invece per il giorno prima, in cui a ero andato a visitare il monastero di David Garetja, che sarà pure patrimonio Unesco, ma non mi è parso niente di speciale (meglio le incisioni nelle grotte), e soprattutto in una giornata così grigia e ventosa non ti godi la gita. Ci sono 37 foto a voi giudicarle.

Monastero David Garetja

Monastero David Garetja

37 foto dal Monastero di David Garetja

E per finire ecco le prime 77 foto di Yerevan, fatte in grand parte intorno al Museo del Cascade, una roba interessante. Splendida anche la Blue Mosque, decisamente di uno stile diverso.

77 foto da Yerevan 

Moschea Blu a Yerevan

Moschea Blu a Yerevan

 

 

 

 

Categories: arte, Blogroll, Photo, Places

One thought on “Armenia, per non dimenticare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.