i Viaggi di Clach

15 anni di vita nomade in 106 nazioni. La guida spirituale dei travel blogger marziani

Milano d’amare!

Milano, Piazza Duomo

Succede che quando hai viaggiato per tanti anni, quando torni nella città dove sei nato, cresciuto e hai vissuto per più di trentanni, non la senti più tua.

Milano mi fa questo effetto da anni. Il fatto che sia una città dinamica, che cambia volto rapidamente, fa in modo che se ci vivi è più facile non annoiarsi rispetto al paesino dove la vita scorre sempre uguale, ma anche che se te ne vai per un po’ quando torni fatichi a riconoscerla.

Oggi ho fatto una passeggiata per il Centro, dopo..15 mesi?? Sarà che mi sono abituato al freddo polare, sarà che comunque c’erano 2-3 gradi di massima e un sole splendido che le dava una luminosità rara per questa città grigia, sarà che era San Valentino, sarà che oggi ho comprato uno smartphone nuovo (Acer liquid 150 euro, mi sembra un affare) e per la prima volta dopo mesi potevo finalmente fare delle foto.. ma oggi Milano era una città da amare.

Dopo compere da Decathlon in Cairoli, ho visto il Castello illuminato dal sole e ho fatto un paio di foto a me e a un turista argentino che me l’ha chiesto. Quindi ho spiegato come arrivare alla Scala a due francesi con la mappa in mano e l’espressione persa, e mi sono incamminato per via Dante, che negli ultimi anni, semi pedonalizzata, è diventata gradevolissima. Sono arrivato in Duomo, ho percorso un po’ della galleria fino ad arrivare a Luini.

Luini, per chi non lo sapesse, ha i panzerotti più buoni del mondo. Sono più piccoli di quel che ricordavo, o forse adesso li fanno più piccoli, comunque ne ho gustati 2 in uno stato di nirvana. Ho proseguito fino a San Babila, da lì ho percorso il Corso Europa, guardando le vetrine, soffermandomi sui tanti negozi nuovi e sorprendendomi dell’eleganza e la bellezza che per anni ci ero talmente abituato da non rendermene conto.

E’ impressionante la quantità di giovani giapponesi per il centro, ma in generale la quantità di stranieri che dieci anni fa era impensabile. Per me è una cosa stupenda, e fanculo a tutti i leghisti.

Precedente

13.Tra la rain forest e Ranau

Successivo

Mark Twain – tra ventanni / twenty years from now

  1. Però… bella la fontana ghiacciata!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: