i Viaggi di Clach

14 anni di vita nomade in 102 nazioni. La guida spirituale dei travel blogger marziani

Le migliori solette per camminare

solette per camminare

Le mie solette per camminare:

A volte invece di spendere centinaia di euro per un paio di scarpe da camminata, basta spendere molto meno per delle solette per camminare.  Come ho fatto io per il mio cammino portoghese di Santiago. 

Ho camminato fino a Santiago con delle scarpe da Decathlon primo prezzo, pagate 13€. Queste scarpe sono ancora con me quasi un anno dopo e con almeno 2.000 km sul contachilometri. Il segreto della durata sono nelle solette per camminare che mi sono costate più delle  scarpe, ma comunque molto meno di un paio di scarpe normali.

Le solette e i bastoncini da camminata sono i segreti di un camminatore saggio, che può andare piano, ma comunque va lontano.

Come scegliere le solette per camminare

Ci sono due tipi di solette: quelle comfort e quelle di supporto. Le prime massimizzano l’ammortizzamento della camminata, mentre le seconde, generalmente di materiale più duro, sono più adatte per disallineamento strutturale nella camminata (supinazione o iper pronazione per esempio) o fascite plantare.

Il volume e il profilo delle solette per camminare

Sembra una banalità ,ma ci cascano in tanti: per mettere le solette nelle scarpe dovete prima togliere quelle in dotazione.

Le solette variano per volume e profilo. Le solette dal volume grosso non sono adatte per ogni tipo di calzatura, di solito vanno bene solo per gli scarponi.

Per quanto riguarda il profilo, dipende dall’arco del piede: per chi hai i piedi piatti ci vogliono solette di alto profilo e viceversa.

solette per camminare shock 500

Le mie solette shock 500

Solette in inglese, spagnolo, portoghese

Solette in inglese di si dice insoles, da cui il modello più famoso negli USA: le insoles assholes. Un altro modello di moda in Brianza sono le solette insolente. Da non confondere con le solette insolvente di chi è moroso. Per favore, lasciamo fuori gli insulti alla morosa da questo blog.

Solette in spagnolo si dice plantillas. La plantilla però è anche la rosa di una squadra.

Solette in portoghese si dice palmilhas da con confondere con palmadas, che sono gli scapaccioni sul culo, di cui è ghiotta una mia amica.

Le migliori solette per il Cammino di Santiago

Il trucco per scegliere una soletta adatta a te è provarla prima senza scarpa. Appoggia un piede sulla soletta e solleva l’altro. Ti senti comodo?

Ti presento le solette più vendute su Amazon. Come puoi vedere tipi e prezzi variano considerevolmente. Fai le tue ricerche e se compri usando questi link, parte della commissione va a me.

Solette Active Series

Il modello classico, più venduto,

Sole Control Active Series Sports, solette ortopediche per la camminata con cuscinetti ammortizzanti al metatarso e al tallone, fascite plantare (2 paia)

Le classiche solette del Dr Scholl

Il celeberrimo, famigerato, immarscescibile Dr Scholl offre tanti tipi di solette.

Ma queste sono quelle specifiche raccomandata per chi cammina. Ci sono anche da donna, ovviamente.

SOLETTE SCHOLL GEL ACTIV SPORT UOMO PER ATTIVITA’ SPORTIVA (42-48)

Le solette Noene, amate dai runner

SOLETTA AC2 Per aumentare il comfort e sostenere l’arco plantare, frenando gli shock. Indicate sia per gli sportivi che desiderano proteggersi in maniera completa durante gli allenamenti e le gare, sia nella quotidianità, nelle scarpe sportive, per ottenere un comfort superiore per i propri piedi. Frutto della combinazione di diversi materiali, i plantari shock absorbing ERGONOMIC-AC2 offrono un ottimo supporto all’arco plantare contribuendo a ridurre l’affaticamento del piede.

NOENE AC2 ERGONOMIC, Solette ammortizzanti, 43

Le solette SuperFeet, un po’ fetish

Quelle in foto non sono queste linkate di seguito, ma le trovi nello store SuperFeet, che il correttore automatico continua a cambiarmi in Super Fette.

Rame Superfeet DMP solette | personalizzabile comfort e performance | con free Sneakerballs scarpe Fresheners marrone Brown F |

Previous

Febbraio 2017: Tico & Nica

Next

I bastoncini da trekking

4 Comments

  1. Pino zio nippo

    Claudio è proprio vero: io senza le solette non potrei neanche fare un km perché tra l’altro ho una lieve tallonite e devo addirittura modificare le solette facendo un foro in corrispondenza del tallone in modo tale da lasciar penetrare la cartilagine fuori sede.
    Con questo accorgimento cammino senza problemi. Non sapevo di dover togliere quelle originali… Gli scarponi da montagna, neanche molto costosi rispetto al costo di scarpe normali di buona qualità, sono più idonei per sentieri accidentati dove il rischio di storte è notevole e inoltre in caso di maltempo ti tengono i piedi asciutti. Ma per camminate anche lunghe su sentieri e strade normali io ho utilizzato un paio di scarponcini pagati 18€ e con solette da 13€ ho fatto anch’io i miei 1500 km.

    • In realtà con certe solette e con certe scarpe puoi anche mantenere la soletta originale, anche se è comunque meglio toglierla

  2. Andrea

    “Sembra una banalità ,ma ci cascano in tanti: per mettere le solette nelle scarpe dovete prima togliere quelle in dotazione” pero’ non capisco come fare questa cosa, mi pare che le solette siano sempre incollate? Come fare a toglierle?

    • Andrea, di solito non sono incollate anche se sembra cosi! Basta infilare una matita nel tallone, fare lo scavetto e vengono fuori facilmente. Buon cammino!

Rispondi

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: