i Viaggi di Clach

13 anni di vita nomade in 102 nazioni. La guida spirituale dei travel blogger marziani

Il vero costo della vita in Bulgaria

Costo della vita in Bulgaria

Foto: Pixabay

Il vero costo della vita in Bulgaria è ben diverso dal vero costo di un orologio di Bulgari. Te lo dice Khmer, figlio di Pdor, te lo confermano Yuri Chechi e i Tiranos

La Bulgaria è il paese più economico d’Europa, non solo per il costo del lavoro. Ma non è certamente quello più arretrato o in cui si vive peggio. La Bulgaria è una nazione piccola, ma sorprendentemente varia, in cui in un’ora puoi andare da montagne innevate a fare il bagno al mare.

Veliko Tarnovo is a great place indeed, come ebbi modo di scrivere nel mio viaggio in Bulgaria un paio d’anni fa, e non l’unico che trovai. Burgas, Safarov, la Valle delle Rose, Plovdiv, la capitale Sofia, per esempio. Ma val la pena ricordare che, commentando il mio post su Veliko Tarnovo, il desaparecido Manuel Moscariello (NON è O’ Femminiello), mi chiese un post sul vero costo della vita in Bulgaria.

E’ finalmente arrivato il momento di accontentarlo. Sperando così di evocare lo spirito di Manuel di cui ho perso le tracce. Manuel, so che C6, quindi batti un colpo!

bulgaria-mappa

Foto: Pixabay

Affittare e comprare casa in Bulgaria

Cominciamo subito dal motivo principale per cui ho deciso di scrivere questo post. Dimmi dove in Europa puoi comprare un appartamento nuovo a 15.000€ in zona turistica? Non ci credi? Fai una veloce ricerca in un sito come Bulgarian properties per esempio.

Anche Numbeo lo conferma: i prezzi medi variano dai 500€ ai 1.000€ al metro quadrato.

Qual è il trucco? E’ che molti servizi, come Imot.bg, il più potente sito di annunci immobiliari del paese, sono solo in cirillico. La Bulgaria è storicamente legata alla Russia, si parla più russo che inglese, ed è quindi ancora relativamente fuori dal radar degli squa, ehm, sciac, investitori occidentali.

Anche se pare che una cordata di cinesi capitanata da Gong Bang se la voglia comprare. Si aspetta il closing, ma in attesa che trovino i soldi, per ora è ufficiale che Hristo Stoichkov ha rifiutato di entrare nella nuova società. Perché non ci stava a fare l’uomo bandiera parafulmini e basta.

A queste condizioni è normale che i  prezzi sono in rapido aumento (a Sofia sono saliti dell’8-10% nel 2016). Però uno come l’amPlessi che non sa più dove mettere il cash in eccesso da quando si è messo al sevizio del Caprottino di Albiate, DB-Ok. il mio guru materiale. Egli farebbe bene a fare un investimento ben più stimolante e remunerativo del dogs of the dow.

Mangiare in Bulgaria

La qualità e il prezzo dei ristoranti in Bulgaria sono stati una piacevole sorpresa. Piatti abbondanti, verdure dai colori sani, cucina varia, prezzi ridicoli. I piatti che richiamano maggiormente l’attenzione, almeno in estate, sono le insalate. Aggiungi che si usa poco il fritto, sostituito dalla griglia, e ti rendi conto che la cucina bulgara è tendenzialmente sana.

Incastonata tra Grecia, Turchia e i Balcani, la cucina Bulgara attinge sapientemente dalla cultura dei suoi vicini, regalando zuppe come  il Tarator. O la bava di serpentello.

snake Bulgaria

Bulgarian snakes bava taste good, but the truth is I had something else for dinner

Si, ma in soldoni? E’ arrivato il momento di fare conoscenza con il Lev o Leva, la moneta bulgara. Al momento di scrivere, 11/10/2016, viene cambiato a quasi 2 a 1 con l’Euro. Per la precisione 1€=1,95лв

Ci affideremo al solito Numbeo per avere qualche prezzo:

Pranzo completo al ristorante: 10лв (5€)
Mezzo litro di birra domestica alla spina: 2лв (1€)
Cappuccino: 2лв
1kg riso: 2,1лв
12 uova: 2,6лв

Il vero costo della vita in Bulgaria

Come ripeto sempre in questi articoli, i dati di Numbeo vanno sempre presi con un pizzic8 di sale grosso. (Quello di Castro Marim è ottimo).

Quindi ci serviamo anche del concorrente Expatistan per snocciolare altri dati. E’ forse ancora meno affidabile, ma se incroci le due fonti, ne calcoli il logaritmo con altre sources, la medi con l’impagabile esperienza personale di viaggio, e ottieni big datas che sono attendibili al 99,99%.

Il primo numero è Expatistan, quello tra parentesi Numbeo

Utilities (riscaldamento, elettricità, gas) per 1 mese in appartamento di 85mq: 167лв (159) (mica poco, ma le case vanno scaldate in inverno)
Internet (8-10MB) 1 mese: 17 (15)

(al riguardo, fa giustamente osservare Tripluca, che si trova in Bulgaria in questo  momento, che adesso le connessioni partono da 30MB. Altrimenti non si spiegherebbe il paragrafo successivo)

1lt di benzina: 2,03 (2,01)
Biglietto mensile trasporto pubblico: 50 (50)

Questo è il costo della vita in Bulgaria. Il  costo della vita in Bulgaria vero.

Sofia capitale delle StartUp

Questa titolo è un’esagerazione degna del più bieco dei click baits. Beh, non proprio. E’ una forzatura dire che Sofia è la capitale delle StartUp, perché nel 2015 ci sono 5 nazioni europee (nell’ordine Gran Bretagna, Danimarca, Spagna, Germania e Italia) che hanno ricevuto in assoluto più soldi in finanziamenti.

Però quinto posto è comunque èlite, e se aggiungi che la Bulgaria è molto trendy tra i digital nomads, (i quali a loro volta sono così trendy che oggettivamente ci hanno scassato 3/4, ma anche 4/5), tanto che qualcuno è arrivato a definire Plovidv la Chiang Mai d’Europa, ti rendi conto che il buzz è reale.

Bulgaria per pensionati

Per un pensionato di oggi il benchmark, almeno in Europa,  è il Portogallo.

Ebbene, secondo i dati Numbeo, il costo della vita in Bulgaria è del 25.93% più basso rispetto al paese che ha avuto il privilegio inestimabile di ospitare clach nell’ultimo annoSe consideriamo solo il costo degli affitti, allora il divario sale al 44.48%.

In altri numeri: se hai bisogno 1.000€ in Portogallo, in Bulgaria te ne bastano 750€. La casa che affitti in Algarve per 500€ al mese, sul Mar Nero ti costerebbe 280€.

Certo la lingua e soprattutto gli inverni sono ben più ostici da queste parti, ma se guardiamo solo al lato economico, la Bulgaria si fa preferire.

pensione Bulgaria pensionati

Un’altra fantastica foto Pixabay

La Bulgaria è economica e offre al momento uno dei migliori rapporti, se non il migliore, tra costo e qualità della vita in Europa. Per fortuna questo è un blog di micchia, per cui non cambierà rapidamente solo perché l’ho scritto.

Previous

Clach si è fermato a Evora

Next

Azzorre, le isole Buzzurre

28 Comments

  1. Quando ci ero stato, nel 2012, mi ero trovato benissimo! Evviva il comprare casa con 15K euro, o anche meno 🙂

  2. mario

    Devo dire che l’articolo va un po analizzato alla luce del fatto che
    – questa estate hanno chiuso migliaia di esercizi ristorativi per dubbia provenienza degli alimenti utilizzati in cucina
    – la strada varna burgas si dimostra una delle strade con maggiore mortalita’ mondiale e probabilmente cio’ e’ dovuto alle buche
    – dopo il boom di acquisti degli inizi anni 2000 nessuno compra piu niente e gli studi legali sulla costa si sono volatilizzati
    – se uno compra case da 15k si ritrova a pagare l’acqua e la luce il 50% in piu perche’ non ci sono contatori singoli indipendenti ma un manager dell’aparthotel che ti spilla 1000 -2000 euro di fee annui per curare la piscina e se stai d’ inverno potresti rimanere senza utenze
    – se hai bisogno di un legale scordati di far valere I tuoi diritti
    – dopo le 10 di sera e prima delle 7 di mattina e’ vietato girare a piedi per non rischiare che un branco di cani randagi ti assalga nel buio di strade poco illuminate
    – I taxi se capiscono che sei straniero ti fanno dei prezzi italiani
    – preparati a sentirti osservato peggio che a bagheria o corleone da ogni pertugio nascosto
    – fai attenzione al portafogli e non acquistare scarpe bulgare se non sei bulgaro, con ogni probabilita’ durerebbero 1 settimana o poco piu
    – compra solo oggetti in acciaio inox, il resto si arrugginisce in un mese
    – l’atteggiamento nei tuoi confronti potrebbe cambiare in proporzione al tempo di permanenza —- passando da ospite, straniero a nemico o invasore.
    – puoi trovare gente simpatica ma chiusa e molto interessata a spillarti soldi e convinta di farti un regalo visti I prezzi bassi ma fa attenzione perche’ la guardia medica estiva e’ a pagamento a prezzi europei e puoi accedere all’ospedale solo nelle grandi citta’ e a fatica pagando naturalmente.
    – dopodiche’ scordati la vita sociale europea tranne che a sofia.
    occhio alle buche per strada e chiuditi in casa a guardare la tv!

    • Grazie Mario, un contributo molto ben dettagliato! Evidentemente non è tutto oro quello che luccica, e le percezioni e le relazioni cambiano anche drasticamente quando smetti di essere un turnista e cerchi di vivere come un locale, però questo è vero ovunque. Certo in alcuni posti si sente più che altrove, per la cultura locale o la semplice affinità o meno con la nostra, ma non si sfugge. Ci sono però cose che possiamo fare. Citi per esempio i taxi. I taxisti sono ladri ovunque. Però una volta che becchi quello onesto ti fai lasciare il numero e lo richiami. A volte dopo un po’ se ne approfitta pure lui, a volte la fiducia cresce e grazie al taxista conosci anche un legale o un negoziante che ti tratta come uno di loro e non un pollo da spennare.

      • Mario

        Caro Claudio,
        Il punto e’ che la Bulgaria sta aderendo all’Europa.
        E’ chiaro che per altri Paesi ci sono delle situazioni critiche che ti aspetti.
        Ma qui il problema e’ che questi bulgari hanno costruito sulla costa dei mostri urbanistici ammassando I resort uno all’altro, senza alcun criterio di inclusione sociale (bjblioteche, univ, scuole etc).
        Tutto pur di arrivare a dire “qui e’ come a Spagna, come a Italia, etc” e facciamo I vostri prezzi. All’inizio ha funzionato grazie agli inglesi che hanno comprato a manbassa, poi quando questi si sono sentiti “traditi” e “ricattati” da gente senza scrupoli e’ crollato tutto.
        Direi fra l’altro che la brexit nasce sulla costa bulgara, perche’ e’ evidentente che gli inglesi non hanno digerito l’atteggiamento dei bulgari.
        I bulgari fanno le strade (come l’ultima sulla costa tra I giardini di burgas e l’aeroporto) lunghe decine di km e poi non le manutengono e cosi fanno con le case, fissano il fee, pigliano I soldi e se ne fregano di quello che dicono I proprietari.
        Sono bolschevichi! Se non c’e’ una maggioranza del 60% non si fa niente, il singolo non conta niente.
        Per questo che converrebbe comprare case indipendenti, ma poi bisogna attrezzarsi con cani adeguati a sorveglianza!
        E poi bisogna affidarsi ai prodotti dei vari lidl disseminati in tutto il Paese. Diciamo che e’ una vita da asociale ma per un povero pensionato puo’ andar bene.
        Gli inglesi storici si sono aggregati in villaggi ma loro hanno lo spirito coloniale. L’estate scorsa pero’ una donna inglese e’ stata sgozzata per strada da un integralista a un mese dal trasferimento in una casa acquistata in un villaggio interno alla Bulgaria. Meditiamo!

  3. Mario

    Bisognerebbe aggiungere molte cose al riguardo della vita in Bulgaria ma anche quella in Italia non e’ il massimo, tutto dipende dalle esigenze di ciascuno.
    Va notato che I bulgari hanno costruito I resort sulla costa come “macchina da soldi di vacanzieri” cioe’ “soldi da vacanzieri”.
    Quando gli investitori internazionali e I piccoli acquirenti si sono accorti che “acquistavano un palo nel deretano” ovvero che tra fee, maggiorazioni sulle utenze, impossibilita’ di rivendere etc., malversazioni post comuniste sui “capitalisti” alla fine sarebbe stato meglio tenersi I soldi e fare vacanza in un resort diverso e piu’ bello ogni anno, hanno smesso di acquistare.
    Ovvero se compri un appartamento in Bulgaria per vacanze, comperi l’albergo al gestore a cui paghi poi la tua vacanza tutti gli anni per il resto dei tuoi giorni.
    I Bulgari hanno copiato a man bassa strutture europee di pregio e hanno minato il sistema di guadagno di capitale in tutto e per tutto.
    Se acquisti un appartamento per fare vacanza spendi lo stesso che a non averlo acquistato, con l’aggravio di dover fare vacanza sempre nello stesso posto.
    Non hanno costruito sulla costa per “soldi da pensionati” ma per “soldi da lavoro dei vacanzieri”, e’ un fatto politico.
    E’ gente che fa strani ragionamenti, si potrebbe parlare di “religione bulgara” . Si sentono molto piu’ padroni a casa loro di quanto non si possa immaginare. Poi ovviamente I soldi sono soldi e quindi se glieli dai li prendono ma poi di notte dopo un po di tempo di permanenza non dormi.
    Non hanno mai smesso di invocare lo zar russo liberatore e ancora adesso lo vogliono al loro fianco alleviando tramite varie mafie gli embarghi commerciali.
    Non sono gli unici perche’ anche vivere in Cina non e’ diverso.
    Quindi va bene provarci ma meglio con un affitto o una casa indipendente, sapendo che potrebbe succedere di tutto.
    Agli inizi degli anni 2000 hanno anche riesumato la monarchia coburgo-gotha-savoia-sassone per poi farla crollare miseramente.
    Pero’ rispettano il denaro e il motivo e’ presto detto: amano le macchine di lusso e la tecnologia all’inverosimile.
    Un consiglio spassionato per chi vuole stare in Bulgaria: comprare tramite internet. E’ cmq necessario un po di inglese.
    Sulle spedizioni di merce sono degli orologi. Tutto arriva il giorno successivo all’ordinazione tramite ekont o speedy o vettori simili.
    I bulgari direi che sono ottimi come agricoltori, muratori e trasportatori di merci e persone. Per il resto sono tabula rasa, burocrazia e giustizia con soglia alta ovvero se combinate qualcosa e’ gravissimo.
    Intervengono solo su fatti gravi e le conseguenze sono altrettanto gravi.
    Pero’ una casetta da ristrutturare con giardino puo’ costare 15k.
    Quindi I passaggi per i pensionati sono: un anno in affitto in zona – cercare informazioni di ogni tipo sugli immobili- solo alla fine acquistare con consapevolezza.

  4. Mario

    Quante cose mi vengono in mente con questo articolo!
    Bisogna suggerire a chiunque viaggi in Bulgaria di non acquistare mai niente che non abbia un’etichetta con il prezzo stampigliato.
    Purtroppo in Bulgaria non vige la legge della domanda e dell’offerta che determina il prezzo ma la legge del far west e dello spara-prezzo.
    La logica viene probabilmente dalla Russia dove un taxi dall’aeroporto al centro di Mosca puo’ costare 200 euro quando il bus navetta costa 30 cent di euro. Anche in Italia succede ma molto meno.
    C’e’ da dire che in Bulgaria I prodotti italiani costano come in Italia, con la differenza che la loro iva e’ al 10% e la benzina verde e’ a 1,05 euro, le assicurazioni auto vanno da 100 a 300 euro massime e il bollo costa tra 50 e 150 euro per un suv, lo stipendio di una commessa 300 euro al mese.
    Quindi I padroni dei supermercati in Bulgaria che vendono a stranieri sulla costa diventano ricchi, come I gestori degli aparthotel e li vedi girare con suv da 100000 euro nuovi.
    Purtroppo bisogna segnalare che ci sono schiere di rovistatori di immondizia.
    Se per noi la raccolta differenziata e’ un problema, per loro e’ un lavoro e girano camioncini o carretti che prelevano l’immondizia prima che arrivi il camion della nettezza urbana.
    Non hanno I nas e quando si acquistano prodotti alimentari bisogna fare attenzione e fidarsi di quelli piu’ curati.
    La vita media dei bulgari e’ ben al di sotto di quella italiana e la qualita’ del cibo potrebbe essere una causa oltre naturalmente alla bassa scolarizzazione.
    Se cmq vi sparano un prezzo assecondate, eventualmente non comprate o andate da un’altra parte, non scontratevi con loro e non contraddiceteli dicendo che sono prezzi esagerati.

    • Mario, ti spiace se metto assieme tutti i tuoi utili commenti e creo un post sul blog “Consigli per vivere in Bulgaria”?

      • Mario

        No, non mi dispiace affatto.
        Anzi agggiungiamo anche che I Bulgari vivono in block del dopoguerra mentre sulla costa ci sono palazzi nuovissimi VUOTI.
        Sono veri e propri alveari come ad esempio a Sunny Beach nord si trova un monumento a questa logica idiota che e’ il Peterhouse a pochi passi dal casino’.
        Si tratta di un complesso con finiture di pregio in marmo bianco di 500 appartamenti VUOTI da 10 anni oramai.
        Ma gli esempi sono innumerevoli.
        Sulla costa ci sono talmente tanti appartamenti vuoti che ci potrebbe stare tutta la popolazione bulgara.
        Sono arrabbiato anche perche’ tutta questa forza lavoro bulgara e’ stata assunta in Italia per fare strade e autostrade ma non per fare case.
        Il denaro di tutte le mafie del mondo finisce in posti come la costa bulgara e viene utilizzato per costruire cattedrali nel deserto mentre giovani coppie stentano a trovare una casa in affitto in Italia.

        • Perché secondo te ci sono tanti appartamenti vuoti sulla costa?

          • Mario

            Gli appartamenti sulla costa sono vuoti per vari motivi
            1) I bulgari non hanno soldi per acquistarli
            2) I gestori sono delle sanguisughe e se ne approfittano
            3) il mercato immobiliare mondiale e’ in crisi
            4) il mondo non si fida della Bulgaria
            5) sulla costa l’industrializzazione e’ bassa, non c’e’ lavoro, scuole
            6) I bulgari appena vedono due clienti, al terzo sparano.
            Tieni presente che 10 anni fa quando c’erano acquirenti inglesi, russi ed ebrei gli appartamenti che ora trovi a 15 k venivano proppsti a 50-70k.
            7) I bulgari non sono molto stabili e quando vedono un po di soldi vanno fuori di testa.
            8) la magistratura bulgara non interviene facilmente, a chi ti rivolgi se subisci un torto?
            Gli inglesi appena arrivano ogni anno d’estat fanno la fila dalla polizia inkazzati e inviano migliaia di “complaint” alle autorita’ …..
            Poi non dimentichiamo che, nonostante la massiccia presenza di europeisti-gerb ci sono tantissimi integralisti-ataka e tantissimi post comunisti.
            Un governo integro-comunista in Bulgaria produrrebbe effetti devastanti per un investitore!.

          • Però un appa a 15k che pochi anni fa costava 50k, è un rischio per i motivi che hai detto, ma se va male hai perso poco, se va bene hai una casa a prezzi che meno è quasi impossibile. O no?

          • Mario

            Sono d’accordo puo’ valerne la pena ma in cordata e non soli.
            Gli appa a 15k ci sono in zone analoghe anche in Italia.
            Basta andare su internet e cercard rotondaro costruzioni appartamenti Scalea mare.
            Solo che sulla costa bulgara c’e’ anche la piscina e sopratutto la vita costa meno.
            Il problema e’ sempre lo stesso, la qualita’ della vita.
            Per un povero pensionato che sta molto in casa, la Bulgaria e’ un’opportunita’.
            Per un ricco pensionato boh anche, potrebbe comperarsi una villa da 100k che in Italia costerebbe 500k.

          • interessante il link, i prezzi a Scalea, anche se poi una rapida ricerca presenta una situazione che sembra peggio della Bulgaria http://www.ilfattoquotidiano.it/scalea-un-paese-in-gabbia/

          • Mario

            http://m.novinite.com/articles/174808/Shooting+in+Bulgaria%27s+Sunny+Beach+Leaves+One+Dead%2C+Three+Wounded

            Ricordiamoci che Sunny Beach e’ stata teatro di sanguinosi scontri di mafia.
            La scorsa estate in una discoteca del centro….dove si balla fino a tarda notte…

          • Ma comunque Sunny Beach è un posto da vacanza per giovani o al massimo famiglie, non da viverci per un pensionato.

          • Mario

            Boh! Al barcelo’ sono tutti pensionati che passano dalla piscina al ristorante.
            Si! Non e’ stato costruito per pensionati ma alla fine e’ pieno di pensionati tanto che il Comune ha appena aperto una “pensionera” ovvero un edificio nuovissimo climatizzato solo per pensionati!
            Si! D’estate e’ pieno di ragazzi ma se giri per le spiagge l’80 % sono pensionati!
            I ragazzi spesso non hanno soldi, fanno vacanze mordi e fuggi.
            Pigliano un appa per una settimana in 10!
            Poi vanno al supermercato a fare la spesa e girovagano per sunny beach di sera senza entrare troppo nei locali perche’ l’alcol lo fanno pagare sempre piu’.
            Gli hotel come alba sono ad appannaggio di nonnetti pieni di soldi e oltre ad aver costruito due ali nuove sempre per signori attempati con soldi (100 euro a notte) hanno costretto il municipio a far sparire I bazar!
            Fine anche degli scooter d’acqua a gogo! Sulla spiaggia oramai il business e’ dedicato a famiglie e nonnetti.
            Sparito anche il bikini bar sulla spiaggia.
            Nel 2010 I ragazzi arrivavano ad aprile e ballavano la sera fino a tarda notte.
            Adesso a giugno vedi a malapena un po di ragazzi con il pieno a luglio.
            Tutto cambia e va nella direzione dei soldi, e I ragazzi si sa non ne hanno tanti.

          • Mario

            Di necessita’ virtu’.
            D’altra parte in Italia I pensionati fanno la spesa con I gruppo di spesa solidale….
            Arriveranno anche ad andare all’estero in gruppi solidali, magari portandosi appresso persino il prete pensionato per la Santa Messa.

          • Mario

            Diciamo una cosa importante e cioe’ che la costa bulgara per gli inglesi e’ una colonia estiva.
            Hanno costruito Elenite!
            Elenite e’ un Paese delle Fate con un castello grande grande con 1000 o 2000 appartamenti chiuso a 10 km da Sunny Beach verso nord.
            Gli inglesi devono aver speso 1 miliardo di euro o giu di li per costruirselo!
            Ci sono le torri e al posto del muro una bella cancellata stile buckingam palace alta 5 metri!!!
            Tutti gli anni I nostri cari inglesi si calano giu ad Elenite con I russi a scaldarsi il kulo al sole e farselo baciare dai bulgari che per formarsi al divino insegnamento di Sua Maesta’ britannica hanno costruito scuole di inglese e piazzato in zona mega cartelloni pubblicitari per richiamare ragazzi o “servitori” sui banchi.
            Il rapporto fra inglesi e bulgari risale a tempi memori.
            Odio e amore.
            Gli inglesi d’altra parte in zona ne hanno combinate di cotte e di crude.
            Si veda ad esempio la guerra russo turca a cui hanno partecipato anche I sabaudi…
            D’altra parte alexander battemberg fu piazzato in Bulgaria dai sassoni, la casata che ancora oggi regna in Inghilterra…
            Coburgo-gotha-sassoni nome che gli inglesi hanno abbandonato agli inizi del secolo scorso (ora Windsor) per via di tutte le sanguinose azioni che accompagnarono la casata..
            I bulgari vivono da sempre tra le alleanze austro ungariche, le rivalita’ con I serbi, la volonta’ europeista, le invasioni ottomane, le tradizioni bizantine, l’influenza greca….
            E’ un Paese dove arrivarono I vichinghi, gli unni, gli ostrogoti, I romani, I visigoti, etc etc tutti a saccheggiare, violentare, depredare…
            Non sanno mai con chi stare, e’ un Paese in reggicalze.
            Durante la prima guerra mondiale vennero persino in Italia e li potevi trovare a Caporetto a combattere I nostri alpini a fianco di Austriaci.
            Alla fine credo si siano rassegnati ma I Patrioti pattugliano il confine turco quotidianamente e credo che abbiano fatto fuori molti siriani!
            Ci vogliono libri per parlare dei bulgari e ogni zona fa a se stante, come la religione cattolica che in bulgaria ha tre riti! Per cui occhio dove si va, studiare bene le mosse sapendo che potrebbe andare bene ma anche male!

          • Mario

            Cmq una cosa e’ certa. Se uno ha un debito immobiliare in Italia (tasse non pagate, spese condominiali arretrate etc) lo vanno a cercare in capo al mondo …..e cosi’ da un bel po’ gli inglesi non comprano piu’ niente in toscana come I tedeschi sul lago di garda e costa romagnola.
            Oranai le case non in centro sono diventate “palle al piede”. Non vendi, non si rivalutano e paghi tanto per tenerle. Effetto euro!.

          • Mario

            E invece guarda un po’ a me sembra il contrario.
            Gli appartamenti e I servizi sono decisamente per pensionati e anche I bulgari da tempo hanno abbandonato l’idea che I soldi si facciano con I ragazzi.
            Qyesta estate hanno dato un giro di vite pesantissimo alle discoteche chiudendone un paio e obbligando le altre a tenere basso il volume.
            Cambiano I tempi e Sunny Beach si sta riempiendo come Monte Carlo di vecchi milionari di ogni dove che puoi trovare anche in autunno o inverno al Casino’ a buttare soldi.
            Un pensionato a Sunny Beach si troverebbe meglio cge a Rimini.

      • Mario

        Per ottenere un risultato sulla costa Bulgara, I pensionati italiani dovrebbero formare cordate a gruppi di 10-20 e acquistare una delle tante palazzine vuote con piscina.
        Fanno cosi anche loro. Di recente hanno colonizzato l’aparthotel Corsica acquistando in massa perche’ conoscevano il gestore.
        Altrimenti I bulgari non comperano per non finire loro stessi vittime dei propri connazionali gestori.
        Se, attraverso il blog si riuscissero a trovare un po di pensionati interessati, potrei guidarli.
        Se si compera in blocco I costi si riducono drasticamente.
        Poi si puo’ acquistare un minivan per andare a fare la spesa al lidl.
        Ci sono palazzine vuote vicino al mare da 10-20 appartamenti invenduti con piscina mai utilizzata da anni.
        Se si acquista tutta la palazzina, poi si gestisce tutto con 100 euro all’anno per appartamento+50 euro di tasse e immondizia.
        Per il resto la spesa si fa con 100-200 euro al mese per due persone.
        Poi se si mette un impianto fotovoltaico sul tetto con pacchetto evn netmeetering non si spende piu’ neanche per l’energia.
        Prendi un pensionato che prende 600 euro, vende un box in Italia si mette in cooperativa-cordata con altri 20 pensionati, vengono tutti in Bulgaria e comprano la palazzina, si ritrovano 300 euro in avanzo al mese.
        Mario

        • Mi sembra un’ottima idea, anche se il pensionato medio italiano purtroppo è mediamente troppo egoista e diffidente

      • Mario

        Faccio un esempio per tutti
        https://www.irishtimes.com/life-and-style/homes-and-property/irish-investors-burned-in-bulgaria-1.2688855?mode=amp

        Nel 2006 un gruppo di irlandesi acquisto’ in massa appartamenti al Sunny Victory. Nel 2008 il complesso entro’ in funzione.
        Nel 2015 gli sventurati scoprono che il terreno su cui sono costruiti gli appartamenti appartiene ad una banca giapponese che lo ha messo all’asta.
        RISULTATO? Fregatura colossale!

  5. Mario

    In Bulgaria ci sono molte brave persone intelligenti ma si possono trovare dei post-comunisti che ti dicono “la proprieta’ privata non esiste” ma chissa’ perche’ entrerebbero solo in casa tua e non occuperebbero le centinaia di migliaia di case vuote. Mi sono convinto che I post-comunisti invidiano chi ha qualcosa ma non hanno il coraggio delle proprie azioni. Puoi trovare poi l’integralista bulgaro che convinto di dover fare equivalenze con il prezzo delle case nel tuo Paese e’ pronto a pensare che I soldi che hai dato per la casa sono solo un acconto….
    Ripeto comunisti e integralisti bulgari uniti non ti fanno dormire di notte, meno male che ci sono tanti europeisti.
    Poi I post comunisti sono tutti miglioristi e forse hanno fatto case meravigliose sulla costa per questo motivo, sono in attesa della venuta della societa’ perfettamente comunista ( come i cristiani della gerusalemme celeste) . Invece gli integralisti sono sempre in attesa dello zar russo liberatore.
    I bulgari non sono turchi e dall’800 hanno cacciato gli ottomani ma molti non hanno perso quell’atteggiamento, dire un cristiano o un infedele (in questo caso uno straniero) o un milione e’ la stessa cosa.
    Saladino non si fermava finche’ non tagliava la testa a tutti gli infedeli, compresi I loro animali domestici.
    I bulgari sono quieti e tranquilli ma se arrivassero in Bulgaria un numero di immigrati pari in percentuale a quelli che sono arrivati in Italia non esiterebbero a riesumare il kalashnikov che tengono in cantina.
    Poi ovviamente c’e’ l’alleanza slava su cui bisognerebbe scrivere libri… credo che oramai dire europa dell’est significhi oramai dire altro continente europeo, tra loro (polacchi, moldabi, macedoni, ucraini…) si parlano con fratellanza.
    E’ come se Tito non fosse mai morto.

Rispondi

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: