Ottobre 2017. Rota vicentinaUna settimana in cammino a Ottobre 2017 sulla Rota Vicentina e il resto del mese con base a Vila Real. Tanto studio, camminate in spiaggia. Un mese tranquillo, produttivo, rilassato. 

Il campionato del Milan che è già finito. Il ritorno dell’ora legale. Il computer che impara da solo e in un mese diventa un miglior giocatore di Go di qualunque umano e computer.

Tutto fumo negli occhi per i babbei che pensano alla pensione e non si rendono conto che tra ventanni il genere umano sarà probabilmente estinto, e quindi l’unica cosa che verrà ricordata di questo Ottobre 2017 sono i viaggi che ha fatto clach.

Dove sono stato

1-5 Ottobre: Vila Real de Santo Antonio 

(con gite a Monte Gordo, Castro Marim e Ayamonte)

6 Vrsa-Funcheira-Porto Covo-Vila Nova de Milfontes

Prima tappa della Rota Vicentina, di cui parlo in dettaglio qui.

7 Vila Nova Milfontes – Almograve

IMG_20171006_181005

8 Almograve – Zambujera do Mar

IMG_20171008_190555

9 Zambujera do Mar – Odeceixe

VID_20171009_162132

10 Odeceixe – Aljezur

IMG_20171010_164303

11 Aljezur – Lagos – Vrsa

12-31 VRSA

22 Gita ad Aracena (Feria del Jamon) e Minas de Rio Tinto

IMG_20171022_121254

IMG_20171022_143817

Tutte le foto da Aracena e foto da Rio Tinto

29 Pulizia spiaggia Cacela Velha e pranzo Estorninhos

IMG_20171029_135929

Highlights.. 

Dopo aver fatto un corso on line di introduzione a Python, grazie al mio amico Angelo, che mi ha passato i suoi appunti Universitari, ho studiato il programma per l’esame Universitario di Statistica descrittiva. Non ho ancora finito il compito, dopo una settimana, più che altro per la mia incapacità ad usare Excel.

Ho letto due eccellenti libri: Homo Deus: Breve storia del futurodi Yuval Harari e The Truth: An Uncomfortable Book About Relationships di Neil Strauss.

Per Trip.com ho scritto una guida sulla Rota Vicentina , Fishermen Trail e una su San Miguel, Azzorre. Oltre ad aver collaborato alla traduzione del sito /app italiana, che dovrebbe venire lanciata questo mese.

Inoltre ho selezionato le foto e preparato le bozze dei calendari annuali che regalo ai miei famigliari stretti, il mio modo di festeggiare il Natale da quando viaggio.

Ma queste sono le cose formali. Che non catturano la pace mentale e la crescita interiore realizzata soprattutto vivendo una routine tranquilla, fatta di passeggiate in bici fino alla spiaggia di Monte Gordo, dove è stata costruta una bella passerella di legno.

E di letture interrotte per il dolore fisico agli occhi per le troppe ore al computer, piuttosto che per la mente incapace di rimanere al momento presente.

E’ stato un mese quasi eremitico, difficilmente sostenibile a lungo andare per la quasi mancanza di relazioni sociali, ma per il momento va benissimo così.

& Lowlights

Questo mese sono tornato a seguire diverse partite di calcio dopo anni di disintossicazione fino al disinteresse quasi totale. E mi brucia ammettere che nonostante tutto, il risultato di una partita condiziona il mio umore ben oltre il suo significato razionale.

Inoltre anche un bicchiere di vino a pasto e un caffè dopo pranzo ormai sono spesso troppo per il mio stomaco, soprattutto se non faccio una camminata vera per digerire.

Gratitudine a VRSA

Grazie a che  mi hanno tenuto compagnia durante la Rota Vicentina, specialmente Pietro e Hannu. A Marisa e Luigi che ci hanno fatto compagnia ad Aracena e Rio Tinto. A Pilar, Hugo e tutti quelli dell’Adrip Cacela con cui siamo andati a pulire la spiaggia e condiviso un enorme cozido portoghese nella campagna di Estorninhos.

Vente Pa’Ca

Restaurante Azenha do Mar: ho scoperto questo ristorante sulla Rota Vicentina per caso. Porzioni enormi di pesce freschissimo, prezzi ottimi, code lunghissime. Ma ne vale la pena.

Odeceixe: Se Amorerira è la mia spiaggia preferita sulla Costa Vicentina, la Praia di Odeceixe è quella che la insidia più da vicino. E la tappa che finisce qui è la più bella dei sentieri dei pescatori.

Minas de Rio Tinto. Non sono riuscito a vedere il fiume colorato dai metalli, ma la semplice vista della miniera a cielo aperto più grande d’Europa, che ha riaperto l’anno scorso dopo essere stata chiusa 15 anni, vale il viaggio.

Entrate e Uscite

Entrate: +402€  (A Ottobre 2016 il totale entrate era stato di 81€. Per il 2017 siamo a +2.434€,  media 243€ al mese, contro i 712€ del 2016, ovvero 1.722€ totali in più dell’anno scorso).

ottobre 2017

spese ottobre 2017

Uscite: –263€ (di cui 39€ in viaggi, 129€ per mangiare,  73€ per dormire), che portano il totale annuale a 6.293€ (629€ al mese di media). 

(Ad Ottobre 2016 il totale spese fu la bellezza di 1.127€ per il mese e 6.442€ per l’anno, quindi ho speso in meno 864€  per il mese, e nel saldo comparativo annuale sono tornato in vantaggio, avendo speso 149€  in meno in totale nel 2017).

Saldo Ottobre 2017: +139€ (contro i –1.046€ di Ottobre 2016, ho fatto +1.187€ meglio. Il saldo annuale è -3.859, media mensile di 386€ contro i 6.245€ di Settembre 2016, quindi +2.386€). 

Si, sto mese sono finito in attivo. Peccato capiti una volta all’anno. E a Novembre, tra volo intercontinentale, rinnovo domini e calendari regalo, ci sarà da mettere mano ai risparmi.

E adesso? 

E adesso è arrivato quel momento dell’anno in cui in Europa le giornate sono troppo corte e fredde. E quindi torno in Sud Est Asiatico dopo più di tre anni. Dopo un lungo viaggio che prevede un paio di giorni a Malaga e altrettanti a Johor Barhu, l’11 Novembre arriverò a Kuching. Nella Città dei gatti, capitale del Sarawak nel Borneo malese,  conto di rimanere almeno fino a fine mese, se non fino a Natale. Europa, ci riediamo il prossimo Aprile.